Voci d’amore


Dettaglio Spettacolo


spettacolo per pianoforte e voce recitante

di e con

Claudio Rastelli ideazione, musica ed esecuzione

Diana Höbel attrice e autrice

AMICI DELLA MUSICA DI MODENA


Voci d’amore è un gioco di corrispondenze biunivoche. Amori vissuti, documentati, oppure leggendari, misteriosi, occultati, inventati e musiche scorrono insieme, condividono elementi biografici ed estetici, psicologici e tecnici, e portano gli ascoltatori nell’intimità delle vite e delle opere di grandi compositori.

L’amore misterioso: Antonie Brentano, la più accreditata “Immortale Amata”, e il lied An die Geliebte di Beethoven, senza dedica esplicita, ma scritto per lei. L’amore leggendario: Tristano e Isotta e la Morte di Isotta di Wagner/Liszt. Gli amori proibiti di Schubert, e quelli inventati da Pierre Louys (Le Chansons de Bilitis, messe in musica da Debussy). L’amore coniugale “perfetto” di Schumann e della moglie-musa Clara Wieck, e gli amori meno perfetti di Šostakovič e Mozar. La drammaturgia originale è nata a partire da biografie, saggi musicologici, lettere, testi letterari e poetici.

Voci d’amore è un melologo: sulle musiche composte da Claudio Rastelli scorrono le parole di Diana Höbel, in un crescendo di partecipazione e immedesimazione con gli amori evocati.

I BRANI MUSICALI:
– C.Rastelli: Un lungo grido d’amore – R.Schumann
– C.Rastelli: Un padre cavalca nella notte – F.Schubert
– C.Rastelli: Due madri – D. Šostakovič
– C.Rastelli: L’altra notte – C. Debussy
– W.A.Mozart: dal Flauto magico, duetto Papageno/Papagena
– C.Rastelli: Il tuo fedele Ludwig – L.van Beethoven
– C.Rastelli: Melancolia – R. Wagner
– C.Rastelli: Epilogo: Ecco le voci d’amore