Il mestiere del cecchino – Anteprima nazionale


Dettaglio Spettacolo


testo originale di Roberta Biagiarelli e Luca Bollero

con Roberta Biagiarelli e un altro attore in corso di definizione

assistente Azra Nuhefendic

elementi di scena e immagini Luigi Ottani

regia di Luca Bollero

IL CONTATO DEL CANAVESE/TEATRO GIACOSA DI IVREA


In venti anni di vicinanza alla storia del con itto balcanico Roberta Biagiarelli ha raccolto impressionanti testimonianze legate al “mestiere del cecchino”.

Lo spettacolo intende indagare la psiche di “professionisti” -uomini e donne- così disumani eppure in grado di esercitare un’attrazione che rimanda a un’epica senza eroismo e senza morale; menti così crudelmente lucide da diventare emblema di un’intera civiltà. Vite fatte di colpi andati a segno. Giornate fatte di attese, pazienza, di ascolto del ritmo

del respiro regolare e lento. I battiti del cuore, la calma della mano. Il fucile che diventa una parte di te. Il conflitto oggi è divenuto molto più subdolo, tutti noi, non solo a Sarajevo, siamo potenzialmente sotto il mirino di un cecchino.

La cosa più importante non è il bersaglio, sei tu. Uno spettacolo in bilico tra realismo e poesia paradossale, una riflessione sul nostro presente nell’arte spietata di imporre la forza.